Giornata della memoria, Luigi Guerrieri ospite dell'alberghiero: "Mai abbassare la guardia"

Ieri mattina l’avvocato, studioso di storia contemporanea, è stato protagonista della prima di tre giornate promosse dall’Ipssar ‘De Cecco’ nell’ambito degli eventi del premio nazionale ‘Paolo Borsellino’

Luigi Guerrieri è stato ospite dell'alberghiero in vista della giornata della memoria. Ieri mattina l’avvocato, studioso di storia contemporanea, è stato protagonista della prima di tre giornate promosse dall’Ipssar ‘De Cecco’ nell’ambito degli eventi del premio nazionale ‘Paolo Borsellino’:

“Il dovere della memoria e la storia - ha ricordato Guerrieri - ci insegnano che non dobbiamo mai abbassare la guardia, perché il rischio che si ripeta una follia simile all’antisemitismo è sempre dietro l’angolo. Quanto accaduto nel decennio ’35-’45, con la deportazione non solo di ebrei ma anche di disabili, rom, sinti, oppositori politici, fu certamente l’azione di un’èlite, ma che ha trovato la collaborazione di un popolo: tanti sapevano ma hanno scelto di tacere”.

Erano presenti in collegamento on line le classi quarte dell’indirizzo Enogastronomia, sezioni A e H, con i docenti Roberto Melchiorre, Anna Mastrippolito e Gianpiero Santilli, nonché le coordinatrici del progetto Rosa De Fabritiis e Rossella Cioppi.

Argomenti

Potrebbe interessarti